Ali-menti

Trovare la propria forma corpo-mente e non perderla più.

Sabato 16 aprile 2016 dalle 10,00 alle 18,00
Via Marco Polo 51, Bologna
presso la Sala Blu del quartiere Navile
Il corso è gratuito per i soci di PNL APPs. Per gli altri si chiede un contributo spese di 10,00 €

Per informazioni e iscrizioni scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Frequentemente le proposte di diete si basano su un assunto, o come lo chiamo io su una convinzione: la nostra mente consapevole deve controllare il nostro organismo che non è in grado di regolarsi autonomamente. La chiamo "la convinzione della mente che controlla il corpo". Potremmo dire che in un sistema mente-corpo pretendiamo che una parte possa controllare il tutto, il sistema, cosa logicamente e praticamente non possibile.
 
Oggi la scienza e la tecnologia hanno strumenti potenti e conoscenze approfondite su molti aspetti relativi agli alimenti e al funzionamento del nostro organismo. Inoltre tutti noi siamo capaci di resistere allo stimolo della fame, almeno entro certi limiti, siamo in grado di controllare quasi tutti i nostri muscoli quindi è facile pensare che la mente consapevole insime alla scienza e alla tecnologia siano in grado di controllare l'organismo umano.

Questa visione è figlia di quella visione detta 'riduzionismo': per comprendere come funziona qualcosa è necessario smontarlo nelle parti più piccole possibili e comprendere come queste parti funzionano e come si connettono le une alle altre. Questo approccio ha permesso e tutt'ora permette alla scienza di offrire un grandissimo contributo di conoscenza. Ci sono dei casi, però, in cui tale approccio appare incapace di comprendere la realtà: sono i casi in cui i sistemi vengono definiti complessi, ovvero il numero delle parti che li compongono, delle variabili che entrano in gioco e l'evoluzione non lineare del sistema e delle sue interazioni con altri sistemi e con l'ambiente non permettono di essere compresi attraverso le metodologie riduzionistiche.
 
L'organismo è un sistema estremamente complesso di cui conosciamo una minima parte. Metabolismo, sistema nervoso compreso il cervello, sistema immunitario sono sistemi che anche presi singolarmente presentano una tale complessità che non permette alla scienza che una conoscenza appena superficiale. Per esempio la prof.ssa Rita Cannella scrive <<Secondo alcune stime, nell’uomo ci sono circa 100.000 proteine diverse, delle quali solo il 2% è stato finora descritto in modo completo. [..] Le combinazioni pressoché infinite in cui si possono allineare gli aminoacidi e la forma tridimensionale che può assumere il filamento proteico contribuiscono a spiegare la grande diversità di compiti svolti dalle proteine negli organismi viventi.>> (Rita Canella, Alimenti e fisiologia della nutrizione nell'uomo, Libreria Universitario Edizioni) Affermazioni di questo tenore vengono fatte da scienziati e ricercatori su moltissimi aspetti del funzionamento dell'organismo.
 
Quindi non possiamo fare nulla se ci troviamo ad essere fuori equilibrio, se il nostro corpo e la nostra mente sono a disagio e la nostra alimentazione sembra procurarci più danni che vantaggi?
 
Possiamo fare moltissimo. Ovviamente serve impegno e convinzione. Serve liberarsi delle convinzioni sull'alimentazione che limitano il nostro benessere, convinzioni fortemente radicate che ci mantengono in una storia, in un copione appreso dalle nostre nonne e dai nostri genitori. Un insieme di convinzioni sul cibo, sul gusto e sull'alimentazione che ci impediscono di vedere le nostre dipendenze, e che connesse a quella del controllo ci mantengono in una situazione per noi non ottimale, fatta di sovrappeso o sottopeso o di comportamenti compulsivi, di diete dimagranti alternate a periodi all'ingrasso, di abbuffate affiancate a controlli meticolosi delle calorie introdotte alternate a periodi di abbandono di qualsiasi controllo. Insomma in una condizione di squilibrio che crea malessere.
 
Possiamo ritrovare l'equilibrio se accettiamo che la mente faccia la sua parte e l'organismo possa fare liberamente la propria, entrambe parti fondamentali di un unico sistema, e se ci liberiamo di alcune convinzioni limitanti e acquisiamo convinzioni utili al nostro fine: il nostro benessere fisico e mentale.

Docenti
Mauro Serio, Sociologo, Master Advanced PNL, Counselor PNL, ideatore del modello
Antonia Pastore, Master PNL, Istruttore di Longevity Energetic e Light of Life Practitioner, Counselor PNL

Per iscriversi a PNL APPs